A pochi passi dal confine toscano, immerse nel verde, le località di Modigliana e Tredozio offrono la possibilità di immergersi pienamente in una ricca tradizione culinaria, fra cibi genuini e sapori che raccontano i costumi delle genti di Romagna.
Il nostro itinerario parte da Modigliana – uno dei comuni storici della Romagna Toscana – per arrivare sino a Tredozio, ai piedi della Valle del Tramazzo, una zona che, oggi come ieri, costituisce un passaggio cruciale tra Romagna e Toscana.
Il territorio che circonda i due comuni non è solo ricco d’interessanti testimonianze architettoniche, ma si caratterizza per uno scenario naturale particolarmente suggestivo, cornice di sagre, feste enogastronomiche e indimenticabili escursioni. I due comuni distano tra loro una decina di km e possono essere tranquillamente visitati nell’arco della stessa giornata.

Prima tappa – Modigliana
Siamo nella città natale di Silvestro Lega, uno dei maggiori esponenti del movimento artistico dei macchiaioli. Il primo sito storico che merita una visita è sicuramente La Roccaccia – Rocca dei Conti Guidi – di origine medioevale. Imponente e visitabile solo esternamente la si incrocia nella strada che porta a Dovadola attraverso il monte Trebbio. I ruderi delle mura e l’imponente torrione ne costituiscono il nucleo originale.
Anticamente ingresso principale del castello, La Tribuna (piazza Don Minzoni) è un’altra tappa obbligata: si tratta di una composizione piuttosto particolare, costituita da due campanili e da un’edicola che ospita una statua della Madonna.
Visitate poi il Duomo, al cui interno potete ammirare opere religiose di rilievo.
Gli appassionati di storia non possono infine tralasciare il Convento dei Cappuccini, sede dell’antica Accademia degli Incamminati, nata nel 1660 per diffondere e promuovere stimoli culturali a tutto tondo, scientifici e umanistici.
Modigliana offre un’ampia scelta di osterie e trattorie, dove è possibile pranzare con i piatti più tipici della regione: dalle più variegate tipologie di pasta asciutta sino ai cappelletti in brodo, passando per i passatelli, le tagliatelle al ragù di carne o di funghi, per arrivare ai manfrigoli con i fagioli. Per gustare appieno i primi della tradizione, ma anche generose grigliate di carne, lasciate che l’aroma e il sapore del Sangiovese accompagni il vostro pasto.

Seconda tappa – Tredozio
Tra boschi e contrafforti rocciosi, arriviamo a Tredozio, che vanta un centro storico di origine rinascimentale e settecentesca di grande fascino. Qui ci imbattiamo nella splendida Torre Civica, costruzione di circa 20 mt che sovrasta le case intorno.
Passeggiando sulla strada principale del paese – Via XX Settembre – incrociamo inoltre Palazzo Fantini, la più prestigiosa costruzione tredoziese, casa padronale e al tempo stesso opificio rurale. Il palazzo conserva nella sua struttura sia parti più antiche che ambienti più recenti, settecenteschi, ma anche interventi in stile neogotico e liberty.
Al suo interno ospita inoltre Il Museo della Civiltà Contadina, che offre una panoramica a 360° sugli attrezzi e gli utensili di mestieri dimenticati.
Anche Tredozio è il posto ideale per assaggiare pietanze di una cucina tipica e forte di una tradizione povera, contadina. Il piatto forte della tavola tredoziese era costituito da abbondanti porzioni di minestra, a cui si aggiungevano pezzi di carne o verdure.
Nelle trattorie locali potete ancora oggi provare i manfrigoli, il bartolaccio e un buon piatto di passatelli fumanti.

In giro tra i borghi più belli della romagna.

In giro tra i borghi più belli della romagna.

La Romagna è un territorio di grande bellezza, dove si possono incontrare alcuni dei borghi più belli d’Italia. Degustare qui il Romagna Sangiovese DOC è davvero un’esperienza unica, poiché i suoi sapori e il suo carattere vengono esaltati come per magia dall’essenza di queste terre. Le moltissime sfumature del Sangiovese si possono individuare in varie…

Dove ammirare il foliage dei vigneti più colorato in romagna.

Dove ammirare il foliage dei vigneti più colorato in romagna.

L’autunno è davvero una stagione magica! I colori della natura si accendono di tonalità calde spaziando dal giallo, al rosso, all’arancio e marrone, passando per tutte le loro svariate sfumature. In Romagna, oltre ai boschi e ai parchi naturali, anche i vigneti sono sicuramente tra i principali protagonisti di questo spettacolo, colorando le dolci colline…

Dai paesaggi di Piero della Francesca al mondo delle Fiabe

Dai paesaggi di Piero della Francesca al mondo delle Fiabe

Il Montefeltro nasconde borghi e castelli di grande fascino, in un territorio ricco di storia e natura che incrocia le strade Romagna, Marche e Toscana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *