Tipico della tradizione Adriatica, questo piatto veniva preparato dai pescatori che faticavano a vendere il pescato della giornata. Pietanza povera, eppur succulenta, può essere realizzata con diverse proposte ittiche di stagione.
Trova un perfetto abbinamento con un calice di Colli di Faenza DOC, un vino dai profumi distinti e avvolgenti, capace di esaltarne i genuini profumi del mare.

Lista della spesa per 10 persone
2 kg di pesce misto (triglie, sogliole, canocchie, scampi, vongole, cozze, rafano, scorfano)
1 kg di pomodori pelati
50 gr di concentrato di pomodoro
5 cipolle
100 gr di prezzemolo
180 ml di olio extravergine di oliva
aceto q.b.
sale q.b.
pepe q.b.

Preparazione
Iniziate la preparazione di questo piatto unico lavando e pulendo tutti i pesci, avendo cura di passarli sotto acqua fresca. Eliminate ogni scaglia e impurità, ma conservate le teste, utili per preparare il fumetto.

Prendete quindi una casseruola e, dopo aver affettato due cipolle, lasciatele soffriggere insieme all’olio di oliva, il concentrato di pomodoro e i pomodori pelati, che schiaccerete aiutandovi con i rebbi di una forchetta.
Lasciate cuocere a fuoco vivace per circa 15 minuti, quindi unite le teste dei pesci, salate, pepate e profumate con una generosa manciata di prezzemolo tritato. Aggiungete una spruzzata di aceto, allungate con un po’ d’acqua e coprite con un coperchio.
Fate sobbollire per 40 minuti a fuoco dolce.

Occupiamoci ora della cottura del pesce.
Procuratevi una pentola capiente, preferibilmente di coccio, e rosolatevi le cipolle restanti, anch’esse tagliate finemente.
Mettete poi a cuocere i pesci, iniziando con quelli più grossi e aggiungendo man mano quelli più piccoli e dalla carne più tenera. Cozze, vongole e canocchie saranno le ultime ad andare in cottura.
Salate, pepate e lasciate cuocere a fiamma moderata per circa 20 minuti.
Infine incorporate il fumetto filtrandolo direttamente nella pentola. Fate riprendere il bollore per qualche minuto e servite con una due fette di pane abbrustolito.

Brodo-di-pesce