Un primo piatto che capeggia sulle tavole di Romagna di ieri e di oggi. Gustosa, colorata e di facile preparazione, questa pasta cattura i profumi del condimento tra le rigature della sfoglia, per tradizione rigata con il pettine di un telaio. Abbinateli con un calice di Colli d’Imola DOC, ideale per creare armonia con gli ingredienti della pietanza.

Lista della spesa per 4 persone
Per la pasta
300 gr di farina
3 uova

Per il sugo
80 gr di piselli sgranati
3 pomodori pelati
60 gr di parmigiano grattugiato
150 gr di prosciutto cotto
2 scalogni
2 cucchiai di vino bianco secco
1 noce di burro
sale q.b.
pepe q.b

Preparazione
Iniziate la preparazione di questo primo piatto creando una fontana di farina sulla spianatoia. Sgusciate le uova e sbattetele, incorporando poco a poco con la farina.
Lavorate il composto con le mani sino a renderlo denso e liscio. Copritelo e lasciatelo riposare per circa 30 minuti. Quindi iniziate a stendere la sfoglia con il matterello, aggiungendo all’occorrenza la farina. Quado avrete ottenuto uno spessore molto sottile, tagliatene dei quadretti di circa 5 cm. Partendo poi da un angolo arrotolate il quadrato attorno a un bastoncino cilindrico e passatelo sull’apposito “pettine” (una piccola assicella di legno scanalato) . Lasciate riposare i garganelli per circa un’ora.

Occupatevi quindi del condimento. Tritate i due scalogni e fateli appassire in una padella insieme alla noce di burro e al vino bianco. Unite a questo punto i pomodori pelati e i piselli. Regolate di sale e burro e mettete a rosolare anche il prosciutto cotto tagliato a cubetti. Mescolate bene il tutto e incorporate i due condimenti.
A questo punto cuocete i garganelli in abbondante acqua salata, scolateli e tuffateli nella padella con i piselli e il prosciutto. Lasciate mantecare amalgamando il tutto, quindi servite con una buona grattata di parmigiano.

garganelli